home

home

itinerari

fotogalleria

links

libri

email

E' vietata la riproduzione anche parziale senza un permesso scritto da parte di Inflayak.

Tutti i diritti riservati
Inflayak
1998-2014
2

 

LAGO DI CANDIA

lago di candia

Carta IGC n21 "Il Canavese da Ivrea a Chivasso" scala 1:50.000.

Quota 226 m.s.l.m., superficie 1,35 kmq., profondita' 8 m.

Situato in provincia di Torino a nord-est della citta'. Si raggiunge con le autostrade A4 Torino-Milano uscita Chivasso e A5 Torino-Aosta uscita S.Giorgio Canavese, poi prendendo la S.S. 26 per Caluso; oppure il treno da Chivasso ad Ivrea alla stazione di Candia Canavese.

Il lago, con le aree umide delle paludi a nord, e' compreso nel Parco Naturale del lago di Candia e costituisce una delle piu' interessanti zone umide del Piemonte. Con le paludi a nord e' un avanzo di uno specchio d'acqua di origine morenica.

Il lago e' quasi privo di immissari (il piu' importante e' la Roggia della Motta) ed e' alimentato da sorgenti sotterranee. Le sue sponde sono frequentate da specie animali interessanti fra cui donnole, martore, nutrie, il nibbio bruno ed il falco pescatore, oltre ai comuni cormorani.Giungendo da Caluso, si supera una collina e, scendendo fra boschi, si intravede lo specchio d'acqua solo all'ultimo momento, inserito in una verde conca collinare.

Il molo del lido di Candia
Il molo del lido di Candia

L'accesso e' dal lido di Candia con un giardino pubblico con rive erbose dotato di molo e vicino ristorante. La strada segue il perimetro del lago ma, e' talmente poco trafficata da non disturbare la quiete del luogo e da costituire parte di un circuito ciclabile (visibile sulla cartina IGC) che collega Chivasso con Ivrea.

Imbarcandosi al lido ci si muove verso est dove, in prossimita' di Barengo si trova un altro lido con noleggio barche a remi. Pagaiando in questa direzione si nota il paesaggio collinare in cui e' inserito il lago ma, soprattutto, verso nord-est la linea netta, orizzontale della Serra, una lunga e diritta collina morenica lasciata dal ritiro dei ghiacciai. Su questa sponda sud-orientale e' piu frequente l'incontro con nutrie che si muovono fra i canneti sulle rive o che nuotano proprio davanti alla canoa.La costa torna ad essere invasa dal fitto canneto in cui si notano alcuni emissari che alimentano una serie di piccoli canali che si disperdono nei campi.

Poco prima di concludere il periplo del lago si passa sotto ad alcuni alberi completamente bianchi di guano (si nota subito la macchia chiara scendendo per la strada da Caluso) depositato dai cormorani che sui rami riposano e fanno asciugare il piumaggio.Il lago e' molto piccolo ma colpisce per la tranquillita' del luogo in cui e' incastonato e per la bellezza del paesaggio circostante dominato dall'incombente Serra.

LAGO SIRIO

Il lago si trova a poca distanza dal lago di Candia e merita una visita. Quota 271 m.s.l.m.

Situato in provincia di Torino a nord di Ivrea. Dal lago di Candia si raggiunge lungo la S.S. 26 Chivasso-Ivrea seguendo la direzione Cascinette d'Ivrea.

Il lago Sirio fa parte dei "5 laghi della Serra d'Ivrea", di origine glaciale. Il ritiro del ghiacciaio ha lasciato una serie di depressioni (conche) occupate da piccoli laghi. I bacini piu' grandi, alimentati da risorgive, acque piovane e ruscelli, sono riusciti a conservarsi. Resta del periodo glaciale anche la lunga e diritta collina morenica della Serra che si nota anche dal lago di Candia.Il lago e' molto piccolo, si percorre in pochi minuti, ma e' la posizione e il contorno paesaggistico che lo rendono interessante. La strada per raggiungerlo si arrampica per le colline rocciose alle spalle di Ivrea mostrando uno dopo l'altro i piccoli laghetti fino a giungere al lago Sirio. Si trova circondato da una serie di punte rocciose, colline molto mosse che aprono la vista a nord-est alla Serra e le montagne oltre questa, a sud solo al cielo. E' proprio questa vista che da l'impressione di trovarsi in una conca in cima ad una montagna.Poche case lo circondano, due lidi ed un centro sub oltre a qualche cascinale. La strada lo costeggia verso sud e permette di osservare tutta l'estensione del lago con le rive opposte piu' selvagge con il bosco che giunge proprio in riva e le rocce che spuntano fra gli alberi. Verso nord-ovest si vede in lontananza il castello turrito di Montalto Dora, su una punta rocciosa a sud il romitorio di S.Giuseppe, mentre a nord-est l'imponente Serra, una lunga collina lineare che sembra incombere sul piccolo lago.

LAGHI
__________

alserio
annone
candia
comabbio
como
endine
garda
garlate
ghirla
idro
iseo
ledro
lugano
maggiore
mergozzo
mezzola
monate
orta
piano
pusiano
segrino
varese
viverone
lungerersee
sarnersee

| home | itinerari| links |