home

home

itinerari

fotogalleria

links

libri

email

E' vietata la riproduzione anche parziale senza un permesso scritto da parte di Inflayak.

Tutti i diritti riservati
Inflayak
1998-2014
2

 

 

LAGO DI PIANO

lago di piano

Carta I.G.M. F 32 III SE, scala 1:25.000; Kompass n91 "lago di Como-lago di Lugano, scala 1:50.000

Quota 276 m.s.l.m., perimetro 3 km. circa. Si trova in provincia di Como tra il lago omonimo ed il lago di Lugano (o Ceresio). Si raggiunge lungo la S.P. 340, direzione est-ovest, che collega gli abitati di Porlezza e Menaggio. Salvaguardato dalla Riserva Naturale del Lago di Piano, il bacino e' il risultato del modellamento dell'azione glaciale che formo' il lago di Lugano, da cui e' stato separato in seguito ad alluvioni dei corsi d'acqua locali dalla Valcavargna (torrente Cuccio) e dal monte Galbiga. Ben alimentato dal bacino circostante (torrente Civagno ed altri minori), ha un consistente deflusso, facilitato dall'unico emissario di grande portata, il canale Lagadone che si versa nel Ceresio.

Splendidi riflessi invernali
Splendidi riflessi invernali

L'imbarco risulta agevole dai campeggi attrezzati lungo la strada e da un pontile con spiaggia attrezzata dall'ente gestore della riserva naturale. Un ulteriore campeggio e' situato sulla riva meridionale.

Sul lago incombe l'imponente fiancata del monte Galbiga che, insieme alla scarsa presenza di costruzioni (esclusa la riva nord, dove peraltro la presenza della strada risulta molto discreta) ne aumenta il fascino.

Pur essendo di piccole dimensioni (si puo' tranquillamente girare in un'ora), presenta diversita' di paesaggi sulle sponde; dai tipici canneti in cui si nasconde la fauna locale, alle sponde alberate con verdi prati sullo sfondo, fino alla grande rocciosa penisola protesa da ovest nel lago e sulla quale gli alberi sono fortemente radicati fra una roccia e l'altra lasciando pendere in acqua i rami.

La penisola e' una pendice del Mont'Isola o Castel San Pietro, un piccolo rilievo, una volta completamente circondato dalle acque del lago, su cui sorge il borgo di Castello di Carlazzo (cosi' chiamato dai resti del borgo fortificato del periodo comunale).

La cristallinita' ed il colore verde dell'acqua e' un altro elemento piacevole in questo bacino naturale. La presenza di un sentiero ciclo-pedonale che segue il perimetro del lago ne fa meta di gite in mountain bike o passeggiate a cavallo dalle aziende circostanti.

Un interessante punto attrezzato per picnic ma anche dotato di vicino ristorante si trova alla prima deviazione a destra venendo da Porlezza. Qui, su un soleggiato pontile in legno si gode la vista del lago e del fondale boscoso del monte Galbiga.

Galleria di alberi sul canale Lagadone
Galleria di alberi sul canale Lagadone

Di fronte al pontile si trova la Casa della Riserva (Centro Visite della Riserva del Lago di Piano) aperta tutto l'anno (lun-mar-sab 9.00/12.00 e mer 14.00/16.00). La Casa offre un'ampia sala didattico-museale con vetrine, pannelli ed acquari. Si organizzano visite guidate nell'oasi, a piedi (tra marzo e ottobre la terza domenica del mese) e a cavallo (la quarta domenica del mese). Si noleggiano inoltre barche a remi e MTbike. Attenzione pero' a non superare con i natanti gli allineamenti posti nella fascia orientale del lago (pali infissi in acqua con tabelle azzurre) in quanto zona di riserva integrale. (notizie gentilmente fornite da Vincenzo Perin, per la Riserva del lago di Piano)

Il canale Lagadone si diparte rettilineo dal lago e siaddentra in una galleria di rami che lo accompagna per tutto il tragitto fino al Ceresio. Purtroppo il percorso comincia a perdere interesse quando il canale, prima con sponde naturali, viene costretto entro argini bassi in cemento che ne aumentano anche la velocita'

Alcuni punti pericolosi sono un filo spinato teso da sponda a sponda a poca altezza dall'acqua (oltretutto risulta anche poco visibile mascherandosi con le sterpaglie che si riversano sulle sponde) prima del secondo ponte che si incontra ed una cascata di circa 2 metri appena dopo il ponte della strada che da Porlezza porta ad Osteno.

Si consiglia di imbarcarsi nel canale solo per un primo tratto rettilineo per godere, al ritorno, della vista del lago incorniciato dalla galleria di rami soprastante.

LAGHI
__________

alserio
annone
candia
comabbio
como
endine
garda
garlate
ghirla
idro
iseo
ledro
lugano
maggiore
mergozzo
mezzola
monate
orta
piano
pusiano
segrino
varese
viverone
lungerersee
sarnersee

| home | itinerari| links |